Agriturismo Su Boschettu -Sito Ufficiale

Arrivo Notti

Qualità Totale

QUALITA’ TOTALE E  TERRENO – Ogni volta che vedo una nuova macchina al lavoro mi ritorna alla mente la scena di una antica piccola  falegnameria in cui mi rifugiavo  da bambino nei momenti liberi, affascinato dalla TRASFORMAZIONE. Legno inanimato che diviene utensile, strumenti per il quotidiano, sedie , tavoli .

Il tornio più di tutti attirava la mia attenzione infantile. La capacità di creare forme inconsuete partendo da un quadrato di legno. Una macchina oramai già mossa da un motore a corrente e con mandrini in ferro.

In un angolo vi era anche un antico tornio mosso da un pedale e un ingranaggio, funzionante ma oramai in disuso. Lo guardavo, lo toccavo, qualche volta mi era perfino consentito farlo girare. Era il mio interesse principale.   Fu in una giornata tempestosa che mancò l’energia per tutta la giornata, e l’antico Tornio ebbe la sua giornata di gloria. Il maestro si avvicinò, diede una spolverata, da un piccolo cassetto alla base tirò fuori dei piccoli oggetti in ferro  appuntiti montandoli su un assicella di legno, un portattrezzi rudimentale , pressò  il piede sulla pedivella e la macchina cigolando riprese a funzionare. Come in una danza, il maestro, cominciò a muovere l’utensile e poco dopo, eccolo, un pezzo identico agli altri già realizzati con la macchina elettrica. “Ma allora funziona” dissi io, “ Oh mi rispose non è la forza che  trascina il pezzo sul mandrino che conta.  Sono l’utensile e l’esperienza, che fanno il prodotto finito.

Oggi tutti si riempiono la bocca di parole “ Filiera Corta”, “Quarta Gamma”, “Prodotti Km zero” , come fossero l’essenza della qualità  nella produzione agricola. Certo, sono importanti.

A pochi viene in mente che la base di tutto è IL TERRENO, il modo in cui lavori la terra su cui pianterai i semi e le piante da cui ottieni i prodotti che poi porti in tavola. Se non rispetti i giusti metodi di lavorazione e arricchimento del terreno, otterrai un prodotto che già di per sé non è di qualità. Può essere NATURALE ma non UTENTICO. La consistenza, il profumo, il gusto è già modificato sul campo. I prodotti AUTENTICI hanno bisogno di quei tempi, ritmi, luoghi. Solo così avremo dei prodotti TIPICI naturalmente biologici, privi di qualsiasi sofisticazione

Abbiamo voluto aprire la galleria fotografica con una immagine bucolica e di altri tempi. E’ una provocazione, non ci sono più nemmeno in SARDEGNA DEL SUD OVEST,  i GIOGHI a trainare gli Utensili, ora ci sono potenti e poco inquinanti trattrici. Studiate per un basso consumo energetico a mq lavorato.

Ma GLI UTENSILI  sono gli stessi:

Frangizolle a lavorazione minima per l’interramento dei residui organici, mineralizzazione naturale del terreno arieggiamento dello strato superficiale per rispettare il microambiente dei  batteri ed insetti utili che collaborano alla frattura e trasformazione dei residui in nutrienti utilizzabili dalle piante.

Sarchiatori, certo con andana di lavorazione più larga  di quelli di una volta, ma l’utensile che smuove il terreno è identico, un uncino a molla pensato per vibrare le particelle ed evitare suole di lavorazione.

Seminatrice moderna ma gli organi di deposizione della semente sono sempre gli stessi. Piccole ancore vibranti regolabili in profondità fino a poter scalfire soltanto il terreno per la deposizione dei semi più delicati. Rullo CAMBRIDGE, un rullo a spuntoni alternati   che appiana  in superficie il terreno senza compattarlo.

Ed allora hanno un senso, le immagini utilizzate, la memoria che torna alla saggia affermazione dell’anziano falegname. Non è la forza che trascina l’attrezzo che fa la qualità del lavoro ma è l’utensile utilizzato e l’ESPERIENZA dell’uomo nel fare tutte le lavorazioni al momento giusto,  rispettando i cicli METEOROLOGICI.

 Non può esistere qualità dei prodotti senza la cura della qualità del TERRENO  e delle LAVORAZIONI. La qualità è una questione di TEMPI, di RITMI naturali.

Book Now 2 Days - super discounts

Book Now